Magento 2

Da qualche mese è stato lanciato ufficialmente Magento 2.

Lo aspettavamo dal 2010, e finalmente è arrivato!!!

Eccolo, sarà proprio lui a segnare un solco tra i progetti “fast” ed i progetti ad “elevato contenuto intellettuale”.

Siamo di fronte infatti ad una versione che stravolge la maggior parte delle certezze che fino ad oggi, programmatori e gestori, hanno inserito tra le skills.

Mi piace definirla la “versione della Bestia” e come cantava il grande Bruce Dickinson (IRON MAIDEN)

“666 the Number of the Beast… Hell and fire was spawned to be released”

io metterei 2.0 al posto di 666.

La nuova piattaforma migliora la gestione dei brand, dei business su B2c e B2B. Inoltre può offrire migliori performance e scalabilità, nuove features per incrementare il conversion rate e migliorare la produttività a backend.

Non mi resta che augurarvi il meglio per il vostro futuro ecommerce.

Welcome to next-generation commerce!

DEMO FRONTEND

DEMO BACKEND

(username: demo / password: demo2016 )

Tirocinanti Dipartimento Informatica Applicata @Università di Urbino – E-commerce

Proponente:

Omar Handouk (rif. Responsabile Tirocini)

Attività da svolgere:

La proposta riguarda l’uso della piattaforma di e-commerce Magento. In questo ambito, le possibili tematiche di sviluppo riguardano aspetti gestionali (marketing del brand online, elementi di automatismo per la promozione della piattaforma, integrazioni e gestioni del social shopping, metodologie di gestione dei progetti), implementativi (installazione del pacchetto software, implementazione di estensioni, ottimizzazione del codice volto alla pubblicazione, repository systems, deployment in diversi ambienti) o sistemistici (installazione web server, gestione avanzata del caching delle pagine, tuning dei database mysql, monitoring delle prestazioni).

Luogo di svolgimento:

Urbino (PU).

Impegno orario:

Da concordare.

 

RIF:       http://informatica.uniurb.it/didattica/tiro_stag_labo/proposte_stage/2013-2014-05/

Omar Handouk, freelance Magento specialist. “Come vivere in equilibrio tra innovazione e conservazione della bellezza del territorio”

 

Con Omar Handouk ci siamo dati appuntamento per questa intervista a Urbino, Piazza Duca Federico. Ma per il vento e la pioggia, abbiamo deciso di ripararci a Collegio Raffaello, in piazza della Repubblica. Luoghi familiari per un ragazzo (32 anni) di Urbino (nato a Senigallia) da padre egiziano e madre marchigiana, di Senigallia, che hanno deciso di trasferirsi nella città ducale….

LEGGI ANCORA…

 

(DA http://www.urbinoeilmontefeltro.eu/)

Installare Magento con Sample Data da Terminale

Ecco i passi da seguire per installare Magento CE 1.7.0.2 da teminale “unix like” con i sample data
mkdir demo
cd demo
wget http://www.magentocommerce.com/downloads/assets/1.7.0.2/magento-1.7.0.2.tar.gz
wget http://www.magentocommerce.com/downloads/assets/1.6.1.0/magento-sample-data-1.6.1.0.tar.gz
tar -zxvf magento-1.7.0.2.tar.gz
tar -zxvf magento-sample-data-1.6.1.0.tar.gz
mv magento-sample-data-1.6.1.0/media/* magento/media/
mv magento-sample-data-1.6.1.0/magento_sample_data_for_1.6.1.0.sql magento/data.sql
mv magento/* magento/.htaccess .
chmod o+w var var/.htaccess app/etc
chmod -R o+w media
mysql -h localhost -u root -ppassword magento < data.sql
chmod 755 mage
./mage mage-setup .
BUON DIVERTIMENTO…

Farmaregno.com è preso!!!

Da oggi sono fiero di poter direi di essermi accaparrato un nuovo store Magento commerce.

farmaregno

 

all’interno troviamo feature customizzate ad-hoc per il cliente:

  • Sistema di filtri con icone
  • Navigazione SEO friendly
  • Facebook Connect
  • Pagamento X-Pay
  • Integrazione con MailChimp
  • Bot Twitter
  • Social Networks

Ringraziamo gli ex-gestori per il supporto fornito durante le attività di passaggio di consegne.

La nuova gestione avviene in collaborazione con WebLogix di Giovanni Cappellini.

 

Incrementare il Conversion Rate del vostro eCommerce Magento

Questa guida ha l’obiettivo di guidare il lettore ad incrementare il Conversion rate, ed infine di migliorare la shopping Experience sul tuo store online.

Conversion: 

si definisce conversione l’abilità del venditore di far generare ordini agli utenti visitanti il proprio eCommerce. Inoltre può anche comprendere la capacità che ha un sistema eCommerce di indurre i visitatori ad effettuare azioni preventive ad un futuro acquisto, come registrarsi alla newsletter, utilizzare una wishlist, ecc…

Aritmeticamente il Conversion Rate è la percentuale di visitatori che effettuano un ordine, e si calcola i questo modo:

NUMERO DI VENDITE (o obiettivi) / VISITE AL SITO = CONVERSION RATE

 

Perché il conversion Rate è importante?

FASTfind_prodspaymentscheckout

Il vostro conversion rate è più di un numero risultante da una somma. È la misura di quanto il vostro eCommerce soddisfa le necessità di acquisto dei vostri potenziali acquirenti.

Il vostro sito carica le pagine velocemente? I vostri prodotti sono semplici da trovare? Il processo di checkout è veloce e sicuro? Offrite varie opportunità di pagamento?

Il vostro conversion rate è anche la misura della qualità del traffico che cade sul vostro sito. I visitatori che attraete sul vostro sito sono i veri target customers? Potreste avere un grande store online di abbigliamento per la danza, ma se i vostri visitatori non sono ballerini avete un problema.

Tutte queste domande stanno a delineare il fatto che il conversion rate è influenzato da una moltitudine di fattori e non ci si può limitare ad un solo fattore influenzante. Ma niente paura… il GURU dell’eCommerce de no’ artri vi aiuterà a sviscerare i potenziali “difetti” del vostro store Magento.

Per esempio:

  • se perdete clienti nella fase di checkout, significa che non si sentono sicuri dei sistemi di pagamento o del prezzo finale.
  • se perdete clienti nella fase di navigazione prodotto, significa che nella pagina di dettaglio prodotto non vengono presentati i dati utili alla vendita del prodotto in oggetto.

Ma la buona notizia è che si può sempre migliorare. Se il vostro conversion rate è del 3% (la media attuale del mondo ecommerce) o 13% ci saranno sempre delle strategie attuabili sul vostro eCommerce per poter incrementare le vendite in maniera sensibile.

 

Da dove iniziare?

Solitamente si tende a pensare che aumentare il traffico di visitatori basti per migliorare il conversion rate, ma i venditori più esperti del settore dicono che è solo il primo step di una lunga serie di processi.

Tanti venditori fanno l’errore di concentrarsi esclusivamente sulle promozioni, ma anche questo è solo un passo fondamentale ma successivo alla ottimizzazione delle performance del server, innovazione del design del sito, migliorare le dinamiche di navigazione per migliorare la user experience dei visitatori. Tutte queste peculiarità entrano in gioco per incrementare il conversion rate.

 

1. Aiutare i visitatori a trovare ciò che stanno cercando

una delle ragioni principali per cui un visitatore abbandona un sito eCommerce senza effettuare ordini non è per “colpa” del prezzo, ma è perché non trova ciò che sta cercando.

Esistono due semplici modi per aiutare i visitatori a trovare ciò che cercano all’interno del vostro eCommerce:

Search – migliorare la tecnologia che gestisce la ricerca aiuterà il visitatore a trovare il prodotto cercato. La vostra search bar dovrà essere abbastanza grande e quindi essere facilmente visibile. Inoltre sarebbe una buona idea abilitare l’auto-complete per le frasi ricercate per minimizzare i caratteri che il visitatore deve digitare.

Faceted Search – in questo modo aiuterai il visitatore con una ricerca incrementale attraverso gli attributi dei prodotti che sta cercando.

2. Vendere i prodotti

una volta che il visitatore ha trovato un prodotto e clicca su esso per conoscere meglio le sue peculiarità, sii sicuro che acquisti il prodotto, rendendo semplice, chiara e completa la scheda prodotto per fornire al visitatore tutte le informazioni di cui ha bisogno. Questo significa che le immagini devono essere belle, descrivi il prodotto in maniera sintetica e chiara attraverso l’uso degli attributi. Un altro modo di convincere i visitatori ad acquistare è inserire un sistema di votazione del prodotto.

3. Usare informazioni ed azioni chiare (navigazione trasparente)

i vostri potenziali clienti non devono avere dubbi sul cliccare un link o un bottone.

Assicuratevi che le azioni siano chiare, utilizza colori differenti per chiamate differenti, ad esempio usa un carattere ed un colore per il button “Add to basket”,  un altro per il “Proceed to Checkout”, ecc…

Inoltre non tralasciate la fidelizzazione degli utenti che non si sentono pronti all’acquisto, ma che in una prima fase scelgono di iscriversi alla newsletter, registrarsi ad una wishlist, ecc…

4. Mantenere il sito veloce

I clienti abbandonano  i siti eCommerce quando hanno problemi di caricamento o caricano le pagine lentamente. Infatti il 25% dei visitatori abbandona una pagina dopo 2 o 6 secondi di attesa.

Utilizzare quindi gli strumenti atti alla gestione delle performance temporali del vostro sito come Google Page Speed e Yahoo YSlow. E sicuramente si dovrà lavorare con il dev team per migliorare l’implementazione di alcune sezioni e magari riprogettare l’infrastruttura server che fornisce il servizio web.

5. Siate Mobile Firendly

il numero di visitatori che navigano il web tramite dispositivi mobili è in costante crescita, quindi non prevedere una configurazione grafica per i dispositivi mobili significherebbe perdere tutta la fetta di visitatori che utilizzano smartphone o tablet.

Secondo le stime odierne 4 visitatori su 5 utilizzano anche dispositivi mobili per la navigazione, quindi significherebbe rinunciare alla quasi totalità di utenti.

Il vostro sito deve essere di facile navigazione anche dai dispositivi mobili.

Una buona configurazione potrebbe essere quella di individurare il dispositivo del navigante e prevedere una diversa versione di CSS, JS, e HTML. Oppure l’ottimo sarebbe sviluppare un’applicazione mobile ottimizzata per il dispositivo mobile. Nel caso in cui si decida di sviluppare un’app per mobile, incentivate il cliente promuovendo l’app con degli sconti sui prodotti.

6. Mantenere in “vita” le azioni del cliente

la persistenza del carrello è una delle azioni che fidelizzano le decisioni e le azioni dell’utente che decide di aggiungere a carrello un prodotto e poi decide di compralo il giorno dopo. Oppure fornisce al cliente l’opportunità di aggiungere prodotti nel temo e soprattutto da diversi dispositivi, in momenti diversi.

 7. Rendi semplice il processo di checkout

Rendi il processo di acquisto semplice ed intuitivo, seguendo i suggerimenti che gli utenti fidelizzati ti forniscono nel tempo.

8. Offrire diversi metodi di pagamento e diverse opzioni di spedizione

Assicuratevi che il vostro eCommerce soddisfi le necessità differenti dei vari clienti. Vari studi forniscono anche informazioni riguardanti il fatto che se presente il metodo di pagamento con PayPal migliora anche il conversion rate.

9. Fornisci un’esperienza confidenziale

Più conosci sui tuoi clienti e più informazioni utili puoi fornire rispetto alle loro esigenze.

Clusterizza i tuoi clienti basandoti sul loro comportamento (quanto spendono, cosa comprano, ogni quanto comprano) e sulla loro anagrafica (età, sesso, nazionalità).

Potrai quindi generare offerte ad-hoc per un segmento di clienti.

10. Utilizza promozioni 

una volta che ottimizzato l’eCommerce si potrà iniziare ad attivare le promozioni. Ricorda però che, abusare delle promozioni potrebbe alterare la percezione che i clienti hanno del brand in oggetto.

 

Migliorare il conversion rate, un processo in crescita

ottimizzare e migliorare questo aspetto non può essere considerato un processo eseguito una volta per tutto, ma deve essere sempre ridiscusso seguendo i trends correnti, aggiornando il catalogo prodotti e migliorando l’esperienza che l’eCommerce fornisce ai clienti. solo in questo modo il conversion rate sarà sempre in aggiornamento ed il sito eCommerce rimarrà un sistema sano nel tempo.

increase_conv_rate

 

eCommerce intelligente con Magento

La mia professionalità evoluta nel tempo oggi si può basare su competenze incrociate ed applicate su strumenti di largo utilizzo per quanto riguarda il mondo degli ERP, la gestione di web application per la gestione centralizzata di utenze web, per la progettazione di applicazioni utili alla gestione di Sistemi Geografici Informatizzati, ed infine la gestione e la progettazione di piattaforme di eCommerce.

La mia figura professionale nasce dal fatto di poter colmare il GAP tecnologico che esiste tra la realtà creativa delle webagency e “rigidità” dei system integrator. In questo caso mi occupo del vostro eCommerce, che non è più un giocattolino, fornendovi un servizio che completa il vostro business in maniera coerente ed efficace.

Creare uno strumento di eCommerce crea sicuramente delle difficoltà, sappiamo bene che iniziare lavorando con eBay, bloomming o amazon è sicuramente instaurare un contatto iniziale, ma costruire una propria piattaforma di eCommerce è un passo più complesso e che richiede un effort più elevato, e si deve provvedere allo sviluppo di tutto ciò che serve per realizzare tale strumento. Come fattore di forza si ha il pieno controllo, non si è più solo un fornitore di prodotti, ma si pone l’immagine aziendale sul web comunicando tutto ciò che è l’azienda, con tutti i vantaggi che si possono avere nel ritorno di informazioni, così fino a scoprire nuovi settori di commercio prima ignorati.

 L’eCommerce può essere un nuovo assetto, può diventare un canale che genera un aumento di marginalità più di tutti i canali che avete usato fino ad oggi.

Il mercato tradizionale può quindi diventare in parallelo un canale alternativo e non più il canale esclusivo. Avere una vetrina in un determinato luogo vi fornisce l’accesso ad un nuovo mercato e il web è un mercato infinito!!!

 

MARGINE DI CRESCITA

Le percentuali di navigazione ed acquisto riflettono l’impegno che l’utente prende con la vostra piattaforma eCommerce, infatti solo il 2% dei nuovi utenti naviganti e solo il 5% degli utenti abituali termina un ordine.

Questo fa capire che i margini di crescita sono enormi, nel tempo quindi sono state elaborate delle attività e delle best practice da eseguire per lavorare sulla percentuale di miglioramento per arrivare fino a 20 volte quello che è il tasso attuale di conversione di visite clienti.

In definitiva quello di cui avete bisogno è una piattaforma che vi permetta di sostenere la vostra crescita, una piattaforma che vi permetta semplicemente di integrarsi con i social networks.

È per questo motivo che Magento è la piattaforma più usata per la costruzione di ecommerce, pur essendo una piattaforma opensource anche grandi marchi si sono affiancati a Magento perché fornisce stabilità, fornisce una grande varietà di strumenti ed integrazioni possibili, e soprattutto se seguiti da un esperto della piattaforma, i margini di crescita diventano costanti ed evidenti.

Infine Magento vi fornisce il pieno controllo della vostra piattaforma, integrandovi con strumenti di CRM, con strumenti di newsletter, ecc…

 Magento esegue nativamente circa 80% dei requirements che avete all’inizio del vostro progetto di eCommerce.

Tutto il resto è noiaaaaaaa…

 

 

 

Ubuntu + Nginx + PHP-fpm + Magento

Configurazione server ottimizzato per Magento

Installing Nginx

sul vostro terminale digitate i seguenti comandi:

sudo add-apt-repository ppa:nginx/stable
sudo apt-get update
sudo apt-get install nginx

Questo aggiungerà il PPA Nginx al vostro repository così sarete sempre aggiornati all’ultima versione stabile.
Nel caso in cui Apache sia installato e sia in esecuzione dovremo fermare il servizio prima che Nginx funzioni.

sudo service apache2 stop

Facciamo partire il servizio Nginx.

sudo service nginx start

Installing and Configuring PHP

Installare PHP è facile, ma farlo funzionare insieme Nginx richiede alcune configurazioni.

per installare PHP5 ed i moduli essenziali:

sudo apt-get install php5-cli php5-fpm php5-mysql php5-mcrypt php5-curl php5-gd php5-mysql

 “php5-fpm” è il modulo essenziale per far si che PHP funzioni nell’ambiente Nginx.

Configuring Nginx to work with PHP

Editare il file di default di ngnix

sudo nano /etc/nginx/sites-available/default

Cercare la riga con index.html index.htm; Aggiungete alla fine della riga index.php prima del “;”

Installing MySql

Nel terminale, digitale il comando:

sudo apt-get install mysql-server

Installing and Configuring Magento via SSH

vai alla web root directory

cd /usr/share/nginx/html

e scarica Magento CE:

wget http://www.magentocommerce.com/downloads/assets/1.7.0.2/magento-1.7.0.2.tar.gz

tar -zxvf magento-1.7.0.2.tar.gz

sudo htpasswd -c magento/.htpasswd admin

Per configurare in maniera corretta ngnix seguire la guida ufficiale magento

 

http://www.magentocommerce.com/wiki/1_-_installation_and_configuration/configuring_nginx_for_magento

 

LEMPmagento VS LAMPmagento

I test sono stati effettuati su due macchine ubuntu equivalenti e su due nuove installazioni Magento con sample data equivalenti.

TEST TYPE NGNIX – LEMP APACHE – LAMP
Save Product 3.8 seconds 8 seconds
Reindex entire Catalog (120 products) 20 seconds 64 seconds
Add to Cart 3.24 seconds 5.5 seconds
Listing products (Furniture => Living Room) 0.844 seconds 2.71 seconds
Search (“logitech dinovo”) 1.8 seconds 3.7 seconds

Promuovere il tuo business usando internet. 6 passi da me suggeriti:

  • Creare un sito web: Puoi crearti il sito web oppure puoi pagare qualcuno che lo faccia in maniera più professionale. La cosa più importante è che il tuo sito fornisca agli utenti web un’esperienza di navigazione piacevole. Il tuo sito deve fornire informazioni utili. 
  • Utilizzare strumenti di promozione adeguati. Non pensare che la promozione della tua attività sia finita con il sito web, la tua vita online va promossa seguendo le adeguate campagne di marketing. Un esempio potrebbe essere il pay per click advertising. google AdWords.
  • Usa youtube per promuovere il tuo business: probabilmente il modo migliore di promuovere la tua attività è quello di creare video esplicativi ed informativi riguardanti la tua attività lavorativa.
  1. carica un  video della tua company durante eventi particolari, così i clienti che non potranno partecipare si sentiranno comunque parte della comunità
  2. carica video informativi, così se un potenziale cliente dovesse tentare di capire come risolvere un determinato problema, il tuo video potrebbe essere la risposta alla sua domanda.
  3. crea una sorta di sequenza di video dove i tuoi clienti abituali utilizzano i tuoi prodotti o servizi, così da fidelizzare nuovi clienti ad una piccola soap opera.
  • Partecipa a forum e discussioni: Entra a far parte di gruppi online dove si trattano discussioni che possono rimandare le attività al tuo business online.

 

  • Utilizza l’email marketing. Sviluppa un insieme di utenze che sfruttano le offerte e le novità pubblicizzate nelle newsletter periodiche. Questo fornirà un legame periodico con i tuoi clienti e manterrà il livello di attenzione alto rispetto alla tua attività online.

 

  • Crea i tuoi Account su Facebook, Twitter, Pinterest, Google+.  Assicurati che siano strutturati ed ottimizzati per promuovere in maniera corretta ed efficace il tuo business.