Chi è il tuo cliente ideale? Lo sai?

monkey_phone

Prima di pensare ad un’analisi sul business plan della mia attività, una delle prime cose a cui voglio pensare è:

1) Chi è il mio cliente ideale?

2) In che modo posso scoprire le caratteristiche fondamentali che deve avere il mio cliente ideale?
Il tuo cliente ideale è qualcuno che:

  • Vede il tuo servizio come una necessità preziosa ed indispensabile e non come uno scomodo obbligo.
  • Apprezza il tuo duro lavoro, e ne parla in maniera positiva con i suoi amici e colleghi.
  • Paga i servizi forniti con piacere perché sa che il tuo servizio fornisce un valore aggiunto alla sua attività.

3) Ma in che modo posso trovare un cliente con queste caratteristiche?

  • osservare i comportamenti di ogni cliente e associargli un “voto”  da ZERO a DIECI. Senza pensare troppo, usando l’istinto si avranno delle specifiche valutazioni su ogni cliente.
  • i clienti che sono nel range tra lo ZERO ed il QUATTRO. Portare a termine i loro progetti ed il rapporto lavorativo.
  • quelli che rientrano nel range tra il CINQUE ed il SETTE, cercare di capire cosa manca loro per essere clienti da NOVE o DIECI. Sicuramente la cosa migliore da fare sarebbe pianificare un’analisi ed un’attività di valorizzazione di tali clienti.
  • infine, i clienti da OTTO, NOVE e DIECI. Sono i vostri clienti preferiti. Sicuramente queste persone hanno almeno una cosa in comune tra loro: sono tutti uomini? sono tutti della stessa età? sono tutti genitori??? trovate le caratteristiche in comune ed avrete trovato i tratti fondamentali del vostro cliente ideale.

Prima di affrontare questo dubbio si dovrebbe analizzare la propria professionalità rispondendo a queste poche domande:

  • Ascolti quando gli altri ti stanno parlando?
  • Sei puntuale agli appuntamenti di lavoro?
  • Verifichi il tuo lavoro prima di consegnarlo?
  • Agisci in modo umile ed eviti di vantarti dei tuoi risultati?
  • Investi del tempo per nutrire la tua cultura lavorativa e personale?
  • Sei sincero ed ammetti i tuoi errori?

Chiaramente non tutte queste righe possono essere applicate nella vostra realtà lavorativa. Ma adattando questa piccola guida al vostro business, potrete filtrare molti dei comportamenti nocivi per la vostra attività professionale.